Pochi giorni al fischio di inizio: è calma piatta

Fantastico, i giorni che precedono una partita Italia-Inghilterra (e viceversa) sono incredibili. Ricordano per certi versi una di quelle vecchie partite di scacchi tra USA e URSS. Il gelo cala sui rispettivi uffici stampa, si fa finta di nulla, sembra di vedere i responsabili relazioni pubbliche gironzolare fischiettando con le mani in tasca e guardando il cielo. E’ un clima fantastico.

L’Italia sa di avere le potenzialità per vincere ma non lo vuole dire, sarebbe troppo, loro – quelli con la rosa rossa – il rugby l’hanno praticamente inventato. Gli inglesi non ammetteranno mai di temere l’Italia, non possono proprio perchè loro il rugby lo hanno praticamente inventato. Nella sostanza la partita è gia iniziata, la tensione psicologica è già palpabile. A nostro vantaggio c’è il gigante, la squadra inglese, frastornato per la brutta sconfitta di sabato scorso, certo da parte loro c’è voglia di riscatto ma anche la consapevolezza che è iniziato un novo corso e che la partenza appare più difficile del previsto. Inoltre ci sono i tanti infortuni. Per l’Italia invece c’è la consapevolezza di essere cresciuti, i giocato azzurri iniziano a sentirsi all’altezza dei confronti con le squadre antiche. Si guardano tra loro annuendo, sanno di dover stare con i piedi per terra ma infondo dopo tanta fatica una bella pacca sulla spalla ce la si può dare: la consapevolezza è che si sta dando il massimo. Guardiamo Mauro Bergamasco e ci rendiamo conto d’aver un campione di levatura internazionale in casa. Il nostro capitano è certo giovane ma ha la testa sulle spalle e forte carattere. L’allenatore è di altissimo livello, i tifosi ci sono, certo ci manca il piede di Wilkinson, è un problema, non abbiamo buoni piedi ma basta fare una meta in più ed organizzarci meglio in difesa. Ci stiamo lavorando e chissà che domenica, al Flaminio, si possa scrivere una bella pagina di storia azzurra.

Online la parita Rugby Vallecamonica Vs. Desenzano

Interviste fine partita
 [blip.tv ?posts_id=647809&dest=-1]
Primo Tempo

Secondo Tempo
[blip.tv ?posts_id=643077&dest=-1]

Video Partita R.V.C. vs. Desenzano

Stiamo ultimando la codifica del file “video della partita R.V.C. vs. Desenzano di domenica 27 gennaio”. A breve pubblicheremo i filmati: 1° e 2° tempo + interviste + clip “pillole di rugby: l’arbitro”.

Le donne del Rugby Valle Camonica

In un attimo di pausa ci siamo messi a “spulciare” il forum del Rugby Valle Camonica al quale questo blog è linkato, ed antrando nella discussione “Donne del rugby” abbiamo scoperto un mondo animato ed affascinante. Vi riporto un messaggio ad esempio su tutti, da una “postatrice” anonima: <<ciao sciura eccomi qua!!! sono d’accordo con te che il fango intasa il filtro della lavatrice, ma vuoi mettere la soddisfazione nel vedere i nostri bimbi distrutti e tutti pieni di lividi e sbucciature, che dormono sereni nei loro candidi lettni, dopo aver vinto una partita come quella di ieri. bacioni>>. Beh, non c’è altro da aggiungere se non che con questa testimonianza si conferma ancora la straordinarietà di questo sport.
Ricordiamo che questa sera sarà pubblicata la partita Valle Camonica vs. Desenzano.

Care mamme del rugby vi rimandiamo, ancora una volta, ad una bella dedica per i vostri figli: “Siete il futuro di questo sport” (clicca qui per vedere il video)

Rugby Vallecamonica Vs. Desenzano (comunicato ufficiale)

Seconda giornata di ritorno – Serie C Lombardia – Girone 2
Rugby Valle Camonica – Rugby Desenzano 3 – 8
La prima partita dell’anno del Rugby Valle Camonica sul proprio campo coincide con una sconfitta di misura.
I camuni sono stati battuti dal Desenzano per 8 –
3 in un match molto equilibrato che la squadra lacustre ha saputo far suo in virtù di un pacchetto di mischia superiore. Nel primo tempo i ragazzi di Ghirardelli e Veraldi hanno cercato più volte la meta che avrebbe sbloccato il punteggio, ma, ogniqualvolta i camuni si avvicinavano all’area dei 22 degli ospiti, il Desenzano li respingeva indietro con calci molto profondi. Un po’ a sorpresa era proprio la squadra lacustre a portarsi in vantaggio con un calcio piazzato. Il primo tempo si concludeva così sul 3 – 0 in favore degli ospiti.
Nella ripresa il Rugby Valle Camonica cercava di superare gli avversari, ma soffriva troppo nelle fonti del gioco anche per merito degli avanti ospiti che riuscivano a schiacciare in meta l’ovale con un’azione corale del pacchetto di mischia. Sul 8 – 0 per il Desenzano i camuni non mollavano e riuscivano ad accorciare le distanze con un calcio di punizione di Franzoni. Gli ultimi tentativi dei camuni però erano vanificati da un’attenta difesa ospite e la partita terminava sul 8 –
3 in favore del Desenzano.

Vedi anche: “Xè seguiamo il Rugby Vallecamonica” e “Partita giocata col cuore
Domenica prossima il Rugby Valle Camonica è atteso sul campo della capolista Reproscan Bergamo.
Da segnalare anche la convocazione del pilone camuno Marco Savoldelli per una selezione della Nazionale Under 15, che testimonia la crescita del settore giovanile e la bontà del lavoro dei tecnici Fantato e Abondio

6 nazioni 2008. Irlanda:In dubbio la presenza di O’Driscoll

La Nazionale Irlandese è in fibrillazione per il suo capitano. Brian O’Driscoll potrebbe infatti non giocare nella sfida contro l’Italia. Uno dei capitani più amati dagli irlandese potrebbe non entrare in campo il 2 di febbraio al Croke Park di Dublino per via di un brutto infortunio all’anca. Brian O’Driscoll gioca nella Nazionale dal 1999, ha capitanato i British & Irish Lions (i migliori giocatori delle isole britanniche) nella tournée in Nuova Zelanda dell’estate 2005 ed ha giocato ben 8 tonei del 6 Nazioni.

Brian O’Driscoll moment of genius

6 Nazioni: La lista di O’Sullivan, fuori il tallonatore Flannery

Eddie O’Sullivan, il ct della nazionale irlandese, ha reso nota la lista dei convocati al Sei Nazioni 2008. Quattro emergenti: il tallonatore Bernard Jackman, la terza linea Jamie Heaslip, il pilone Tony Buckleye e l’estremo Robert Kearney. Bernard Jackman sostituirà Jerry Flannery il tallonatore titolare squalificato per 8 settimane per aver eseguito uno stamping (calpestare l’avversario con i tacchetti) durante una partita dell’Heineken Cup. Lo stamping di di Flannery è stato ritenuto dalla commissione giudicatrice “del livello più grave come pericolosità”. 
 

Il video dello Stamping di Flannery

Gli altri convocati da O’Sullivan: Dempsey (Leinster), D’Arcy (Leinster), Kearney (Leinster), G. Murphy (Leicester), B. O’Driscoll (Leinster), O’Gara (Munster), Reddan (Wasps), Stringer (Munster), Trimble (Ulster), P.Wallace (Ballymena), R. Best (Ulster), Buckley (Munster), S. Easterby (Llanelli), Hayes (Munster), Heaslip (Leinster), Horan (Munster), Jackman (Leinster), Leamy (Munster), O’Callaghan (Munster), M. O’Driscoll (Munster), O’Kelly (Leinster), D. Wallace (Munster).